Darling

“Darling”

Di e con Sara Bosi

Martedì 7 luglio 21,30

Anfiteatro Fonte Mazzola

 

Cura al movimento e alle coreografie Carlotta Bruni

Supervisione artistica Pierfrancesco Favino

Una Produzione Gli Ipocriti Melina Balsamo

In collaborazione con Scuola di formazione del mestiere dell’attore - L’Oltrarno

 

Spettacolo gratuito, prenotazione obbligatoria cliccando qui

 

“L'Oltrarno nasce nel 2015 per volontà del Direttore del Teatro della Toscana Marco Giorgetti e di Pierfrancesco Favino. Sede della scuola è il quartiere dell'oltrarno fiorentino, dove tuttora si trovano botteghe artigiane in attività e area ancora fortemente attiva nel quadro artistico-culturale della città. Sotto questo segno l'Oltrarno si propone come fucina in cui formare le nuove generazioni di attori al mestiere del teatro, grazie alla collaborazione di insegnanti di caratura internazionale.

Nel 2018, all'inizio del secondo triennio, la Scuola trova nel Comune di Peccioli e nella sua Fondazione Peccioliper, un partner ideale nel comune intento di promuovere l'arte e la cultura con una particolare attenzione al territorio e al contesto in cui opera.

In un momento drammatico come quello legato all'emergenza Covid, in cui il nostro settore, insieme a molti altri, ha dovuto fermarsi bruscamente, il Sindaco di Peccioli Renzo Macelloni, tramite la Fondazione Peccioliper, ha dimostrato ancora una volta la propria sensibilità e il supporto alla nostra scuola. Ci è stata coraggiosamente regalata l'opportunità di partecipare a questa edizione di 11 Lune a Peccioli permettendoci, attraverso la messa in scena del lavoro di quest'anno, di tener fede alla responsabilità verso la nostra arte e la nostra comunità”.

 

 

 

Darling

“Darling” racconta tramite un’unica attrice, quattro storie di quattro piccole grandi donne diverse per sogni ed età. La prima una bambina-ragazza innamorata dell’amore che si trova di fronte all’emozione di ricevere in dono il suo primo anello. La seconda una giovane anziana che realizza l’immobilità del suo essere quando, forse, è troppo tardi. La terza deve fare i conti con le ansie e le disillusioni scottanti di un amore finito per la volontà di chissà chi. La quarta è arrabbiata, la quarta è triste, la quarta è stanca. La quarta pone domande sincere a cui davvero non sa dare risposte, logorata dal bisogno di dare un volto a chi ieri, oggi e domani, le procura dolore anche se, probabilmente, la sua necessità si riduce non a voler condannare ma a voler essere ascoltata.

Inviaci un messaggio

Grazie per aver spedito il tuo messaggio! Ti contatteremo a breve.

Errore durante l'invio. Prova di nuovo.

Riempi prima tutti i campi obbligatori della form.

Contatti

  • Piazza del Popolo 10 - Peccioli
  • 0587 672158
  • info@fondarte.peccioli.net